ADI Design Index 2019: premio all’innovazione per Genea Poltrona

15 ottobre 2019

Serata davvero speciale quella andata in scena ieri a Milano in occasione dell’ADI Design Index 2019, la pubblicazione annuale di ADI – Associazione per il Disegno Industriale – che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione, che nel 2020 concorrerà per l’assegnazione del prestigioso Compasso d’Oro ADI.

Genea Poltrona di Passoni Design, oltre ad essere stato selezionato tra i migliori prodotti di design dell’ultimo anno, ha ricevuto un premio speciale per l’innovazione, con questa motivazione:

Interessante per il processo innovativo che va nella direzione della sostenibilità ambientale: curvatura del legno con vapore acqueo, legno certificato FSC, collanti a base d’acqua. Ma colpiscono soprattutto l’ingegnosa colorazione del legno con la tinta al vino – che usa i residui tannici – e l’utilizzo, al posto della pelle, di un prodotto sostenibile al cento per cento, ricavato dagli scarti della lavorazione delle mele.

 

Genea è una parola greca che richiama il significato di “nascita”, “generazione”.
La nuova poltrona di Passoni Design è frutto dell’incontro creativo tra l’azienda di Manzano e atelier oï: l’armonia dell’origine prende forma attraverso una struttura in legno massello, modellata attraverso lavorazioni manuali e con macchinari a controllo numerico. Grazie a un processo sofisticato di curvatura del legno, la spalliera si sdoppia generando sia i bracciali sia le gambe anteriori e posteriori.
Genea rappresenta anche un simbolo di ecodesign: la poltrona è rifinita con quattro mani di olio naturale, un primato che non ha eguali, o in alternativa può essere personalizzata con le tinte al vino, frutto di un innovativo processo di ricerca, creato in collaborazione esclusiva per Passoni con PelleVino Treatment®, che permette di avere colorazioni uniche e del tutto naturali, ricorrendo ai migliori vini come elemento base.